A MODO MIO

Budapest, 23 ottobre Lo scorso luglio sono stata a Budapest ed ho constatato di persona quanto il ricordo dei cupi anni del regime filosovietico e di quella che finalmente oggi viene chiamata “la rivoluzione del ’56” (e non più genericamente “i fatti d’Ungheria”) sia vivo negli abitanti di quella città. La rivolta ebbe inizio il 23 ottobre e durò fino … Continua a leggere

IN CUI SI NARRA DI TRASLOCHI, NASI E CAPPOTTI

Cari i miei Happy Few, magari pensate che io stia oziando e sventagliandomi come la Milly Finch di questo dipinto di James Abbott McNeill Whistler, vero? Niente affatto! Sono impegnata in grandi manovre di trasloco (eh, si, presto questo blog trasmigrerà in altri lidi) e già che c’ero, m’è venuto in mente di procedere a tutta una rinfrescatina di hardware … Continua a leggere

LIBRI / LA MORTE DELLA FARFALLA

Pietro Citati, “La morte della farfalla”, Mondadori, 2006 Non è una biografia. Così come non lo erano gli altri libri di Pietro Citati dedicati ad uno scrittore o ad una scrittrice: Katherine Mansfield, Tolstoj, Goethe, Kafka, Proust. Degli scrittori di cui parla con grande empatia e capacità di coinvolgimento emotivo, Citati dà una sua personale interpretazione supportata da robuste letture … Continua a leggere

PRESI DALLA RETE / I DIARI DI SUSAN SONTAG

Sul sito di Repubblica, i diari che Susan Sontag tenne dal 1958 al 1967. Questi appunti, scritti a mano su quaderni e fogli volanti, sono molto densi: la Sontag annota le sue impressioni su Parigi e New York, riflette sulla scrittura, si interroga su se stessa, sulla scoperta della propria omosessualità e sugli effetti che questa può avere sul suo … Continua a leggere

IL NOBEL AD ORHAN PAMUK

Non ho ancora letto alcun libro del Nobel per la letteratura 2006, il romanziere turco Orhan Pamuk. Non posso quindi dirne nulla. Non so se questo scrittore mi piacerà quanto, meno o di più di altri autori viventi che amo. Però mi piace molto quello che Pamuk ha detto in due interviste. Una (“Per chi scrive Pamuk?”) è riportata su … Continua a leggere

ROSPI

Queste due lettere di Hemingway mi risultano rospi difficili da mandar giù. Anche se sono d’accordo con quanto aveva scritto Claudio Magris a proposito del “caso” Gunther Grass.

LIBRI / STORIA SEGRETA DELLA SICILIA

Giuseppe Casarrubea, STORIA SEGRETA DELLA SICILIA. Dallo sbarco alleato a Portella della Ginestra, Introduzione di Nicola Tranfaglia, Bompiani, Tascabili Saggi, 2005, pag. 352, ISBN: 8845234797 La fine della guerra in Sicilia avvenne nel 1943 mentre il Nord era ancora insanguinato dall’occupazione tedesca e dalle lotte partigiane. All’arrivo delle truppe anglo-americane la superficie agraria dell’Isola era ancora per almeno il 40% … Continua a leggere

INTERMEZZO FOTOGRAFICO / ROBERT CAPA IN SICILIA

Sicilia. Sperlinga, vicino Troina (provincia di Enna), 4 agosto 1943 Un contadino indica la strada ad un militare americano Foto © Robert Capa – Magnum/Contrasto Nel racconto “Il Fotografo” contenuto nel libro “Le pietre di Pantalica” lo scrittore Vincenzo Consolo racconta il periodo del passaggio del fronte italiano nel suolo siciliano attraverso gli occhi di un fotografo di guerra (Robert … Continua a leggere